Ufficio Speciale per la Ricostruzione dei Comuni del Cratere

Ufficio Speciale per la Ricostruzione dei Comuni del Cratere

Lo sviluppo del territorio del Cratere

La legge 7 agosto 2012, n. 134, nel disporre la chiusura dello stato di emergenza al 31 agosto 2012, individua tra le finalità della gestione ordinaria della ricostruzione quella di “assicurare l’attrattività e lo sviluppo economico-sociale dei territori interessati” (art.67-ter, co.1) ed assegna all’Ufficio Speciale per la Ricostruzione dei Comuni del Cratere la competenza anche in ordine allo sviluppo dei territori (art.67-ter, co.2).

Il Programma di sviluppo RESTART, previsto dal co.12, art.11, L.125/2015, e approvato con Delibera CIPE n. 49/2016, ha una dotazione finanziaria pari a 219,7 mln €. Attualmente risultano approvati 22 interventi per un importo di 160,7 mln€.

Tali risorse sono aggiuntive e complementari a quelle già assegnate con Delibera CIPE n. 135/2012 al Programma di interventi a sostegno delle attività produttive e della ricerca, pari a 100 mln€, che è confluito nel Programma di sviluppo RESTART (cfr. tavola di raccordo, All.3(iii), Delibera CIPE n. 49/2016).

La Delibera CIPE n.70/2020 ha disposto la rimodulazione e riallocazione delle risorse residue non impegnate e non utilizzate relative ad alcuni interventi oggetto della Delibera CIPE n. 135/2012, e l’assegnazione delle stesse ad un nuovo intervento (“Agevolazioni a favore delle imprese danneggiate dal COVID-19”).

Con Delibera CIPE n.69/2021 è stato rimodulato il Piano finanziario del Programma di sviluppo RESTART con la riduzione delle risorse ancora disponibili della Priorità A – Sistema imprenditoriale e produttivo per un importo pari a 22,3 mln€ e l’aumento delle risorse della Priorità B – Turismo e Ambiente, per un importo pari a 20,8 mln€ e della Priorità C – Cultura, per un importo pari a 1,5 mln€.

La proposta di Programma di sviluppo è elaborata dalla SdM – Struttura di Missione (ex DPCM 1 giugno 2014, confermata con modificazioni dal DPCM 4 ottobre 2019) e sottoposta al CIPE per l’approvazione e l’assegnazione delle risorse.

L’USRC è componente del Gruppo tecnico per l’istruttoria degli interventi di sviluppo, competente alla valutazione delle proposte di intervento delle Amministrazioni Titolari, a supporto della SdM.

In fase di attuazione del programma, l’USRC è competente al trasferimento delle risorse destinate agli interventi di RESTART a titolarità dei Comuni del Cratere sismico, ad esclusione di L’Aquila, previa istruttoria positiva da parte della SdM.

procedura approvazione interventi restart

restart fondi

Questo sito web utilizza cookie tecnici necessari per il corretto funzionamento delle pagine; NON sono utilizzati cookie di profilazione finalizzati all'invio di messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall'utente nell'ambito della navigazione in Rete. Il sito web consente l'invio di cookie di terze parti (tramite i social network). Accedi all'informativa estesa, per leggere le informazioni sull'uso dei cookie e su come scegliere quale cookie autorizzare. Cliccando sul tasto Accetto o proseguendo nella navigazione, si acconsente all'uso dei cookie.