logo usrc

20190912 avezzanoNell’ambito del Piano “Scuole d’Abruzzo – Il Futuro in sicurezza” per la messa in sicurezza del patrimonio scolastico danneggiato dal sisma 2009, a valere sulla Delibera Cipe n. 47/2009, gestito dall’Ufficio Speciale per la Ricostruzione dei Comuni del Cratere, l’Amministrazione comunale di Avezzano ha avviato una considerevole attività di rinnovamento dell’edilizia scolastica, favorendo, ove consentito, la realizzazione di scuole nuove, progettate e realizzate secondo criteri antisismici.

E’ il caso della scuola dell’infanzia sita in via De Gasperi, oggetto di intervento di sostituzione edilizia con demolizione e ricostruzione in sito, per un importo complessivo di € 700.000,00 (di cui € 330.000,00 con fondi propri dell’Ente), la cui idea compositiva prende spunto dal gioco dei bambini, realizzando spazi fruibili per facilitare lo svolgimento delle attività grazie alla scelta di materiali e soluzioni tecniche innovative. La struttura portante in c.a. e copertura in legno lamellare, pone l’attenzione sul risparmio energetico con l’utilizzo di fonti di energia rinnovabili.

La realizzazione della nuova scuola primaria “M. Pomilio”, delocalizzata nei pressi della scuola secondaria di 1° “A. Vivenza” (già interessata dalla demolizione e ricostruzione dell’ala sud a valere sulla Cipe n. 47/2009 € 1.400.000,00), rappresenta l’occasione per riqualificare e ridisegnare il contesto urbano integrandosi nel tessuto edilizio esistente, garantendo un coordinamento dei servizi e una migliore razionalizzazione e organizzazione del sistema scolastico. Il nuovo edificio, che ha avuto un costo complessivo di € 2.100.000,00 (di cui € 420.000,00 con fondi propri dell’Ente), è stato redatto secondo i criteri dettati dalle Linee guida del MIUR, con nuovi spazi di apprendimento dedicati alla didattica e la possibilità di concepire la scuola come polo di aggregazione e punto di riferimento, non solo per gli studenti ma per tutta la comunità.
Le scuole saranno inaugurate lunedì 16 settembre 2019 alle ore 12.00, in occasione dell’inizio delle attività didattiche per l’A.S. 2019/2020.