logo usrc

programmazionefase di PROGRAMMAZIONE

  Fonte finanziaria: Delibera C.I.P.E. 135/2012
  Descrizione oggetto di intervento:
Lo spazio oggetto del presente intervento, inquadrato catastalmente al fg.7 del Comune di Fontecchio, part.lle 672-1043, è un luogo aperto posto sul retro del Municipio di Fontecchio, ed è il risultato di un taglio del pendio contornato da contrafforti in cemento.
Lo spazio ha dimensioni di circa 31 metri per 17 di profondità, ed è definito dall’Edificio Municipale da un lato e dai muri di contenimento in cemento armato sugli altri tre lati.
Sul lato occidentale è presente una scalinata che conduce dalla quota dell’Edificio Municipale ad una spianata in quota superiore tenuta oggi da un verde spontaneo e poco curato.
Lungo il bordo orientale lo spazio è in adiacenza a due strade secondarie.
  Epoca di costruzione: -

spaziopub

  Descrizione dello stato di danno:
La zona oggetto di intervento è ad oggi interdetta con Ordinanza Sindacale visto lo stato di danneggiamento riportato dalle strutture murarie a seguito del sisma del 06.04.09, stato che non consente la fruibilità in condizioni di sicurezza dello spazio ad essi adiacente.
Le murature di contenimento in cemento armato denunciano una armatura approssimativa e certamente insufficiente, situazione che, unita agli effetti prodotti dal sisma e alle pressioni idrostatiche, ha prodotto il palesarsi di vistose lacerazioni delle superfici, che rivelano la formazione di numerose e pericolose cerniere cilindriche. Dal rilievo costruttivo effettuato emerge che i suddetti muri sono stati realizzati con ampi e visibili riprese di getto che ha contribuito alla fessurazione degli stessi. Inoltre attraverso i risultati di misurazioni effettuate con l’ausilio di uno sclerometro si è dedotto di poter attribuire al calcestruzzo con cui i muri sono realizzati una resistenza a compressione inadatta alla funzione che gli stessi svolgono. Entrambi le pareti mostrano evidenti segni di cedimento che si evidenziano con lesioni orizzontali che rivelano la formazione di cerniere cilindriche di spanciamento dovute alle pressioni del terreno. Le stesse fessure, in occasione delle precipitazioni meteoriche, mostrano gli effetti di un inadeguato drenaggio delle acque.

  Esito di agibilità: E

  Importo finanziato: € 100.000,00

  C.U.P. G41B13000960001

 

progettazionefase di PROGETTAZIONE

  Tipologia di intervento:
Demolizione e ricostruzione.

  R.U.P:
Ing. Andrea Italo Di Biase
  Progettista:
Arch. Sergio Berardi
Arch. Maria Grazia Del Cimmuto

 
 

  Descrizione scelte progettuali:

Il progetto proposto prevede l’organizzazione degli spazi esistenti, riducendo gli sbalzi verticali delle pareti di contenimento, introducendo una breve cavea che anticipa il salto di quota attraverso la formazione di cinque gradoni che riducono gradualmente il dislivello.
Al centro degli spalti così ottenuti è prevista la realizzazione di una scala, in sostituzione di quella esistente, che facilita l’accesso al terrazzamento superiore, confinata da due muri di controvento chiamati a migliorare la stabilità delle pareti di contenimento che in questo modo vengono contraffortate.
Le nuove murature realizzate offriranno resistenza a qualsiasi direzione delle sollecitazioni statiche o sismiche.
I nuovi muri saranno costituiti in calcestruzzo armato ed avranno struttura a mensola con fondazione a scarpa con solettone, al fine di ridurre il rischio di traslazione.
Solo il muro di contenimento laterale sarà realizzato in aderenza a quello preesistente previa demolizione delle parti eccedenti fuori terra che costituiscono il parapetto. La scelta di non procedere alla integrale sostituzione del muro esistente, ma di realizzare un rinforzo aderente al vecchio paramento, risiede nella necessità di preservare le alberature lungo la strada, la cui integrità non sarebbe garantita dalle opere di demolizione.
Tutti i muri contro terra e le rispettive parti emergenti saranno costruite in calcestruzzo armato, in particolare quelli contro terra saranno dotati di opportuni strati drenanti capaci di evitare spinte idrostatiche.
In corrispondenza dei muri saranno realizzati drenaggi dotati alla base di tubazioni capaci di captare e smaltire le acque attraverso un sistema fognario.
La sistemazione dei terrazzamenti sarà completata dalla formazione delle superfici con terreno vegetale per favorire la crescita del manto erboso.

 

attuazionefase di ATTUAZIONE

Affidamento
  Procedura d'appalto:
  Data di pubblicazione del bando:      Scadenza:
  Importo lavori a base d'asta:      Importo lavori: 

 

Esecuzione
  Direttore lavori:
  Coordinamento sicurezza:
  Impresa esecutrice:
  Data inizio lavori:   Data fine lavori: