logo usrc

programmazionefase di PROGRAMMAZIONE

  Fonte finanziaria: Delibera C.I.P.E. 135/2012
  Descrizione oggetto di intervento:
L’edificio isolato si trova fuori dal centro abitato ed è costituito da un blocco edilizio realizzato e ampliato in diverse fasi.
La struttura originaria rettangolare, in muratura portante di conci in pietra sbozzata, è stata ampliata e completata negli anni successivi con annessi su di un lato del volume edificato. La struttura di copertura è formata da un’orditura di travicelli in legno che poggiano su capriate, sormontati da tavolati ligneo. Il cornicione perimetrale è formato da mensole in legno parzialmente sostituite da mensole in cemento armato.
Attaccata alla struttura portante delle capriate e delle catene lignee, è presente un controsoffitto formato da una griglia di travicelli in legno a cui aderisce un graticcio formato da cannucciato/reticolato portante lo strato di intonaco.
La struttura di fondazione appare esigua e non sufficiente per il sostegno del volume edificato. Sono stati effettuati dei saggi che hanno mostrato come le fondazioni siano del tipo continuo in conglomerato di cemento blocchi e scaglie lapidee non armati. 
  Epoca di costruzione:
-

mattatoio
Dalla valutazione fatta sulle risultanze di sopralluoghi del 2009 (scheda AEDES) l’edificio è classificato con danni di tipo E, e in particolare:
la copertura in legno presenta notevoli problematiche dovute al degrado fisico degli elementi; sono inoltre presenti danni medio-gravi alle strutture verticali, danni leggeri ai tramezzi (copertura non ispezionabile), distacco di intonaci, rivestimenti e controsoffitti.

  Esito di agibilità: E

  Importo finanziato: € 100.000,00

  C.U.P. J31B13000410001

 

progettazionefase di PROGETTAZIONE

  Tipologia di intervento:
Riparazione dei danni e miglioramento sismico.

  R.U.P:
Ing. Andrea Di Biase
  Progettista:
Arch. Tiziana del Roio

mattatoio tav1
mattatoio tav2clicca per ingrandire

  Descrizione scelte progettuali:Dai sopralluoghi effettuati nelle prime fasi post sisma al fine di rilevare i danni esistenti e da ulteriori sopralluoghi effettuati dall’Amministrazione comunale per individuare i criteri progettuali è emerso che oltre ai danni provocati dall’evento sismico sono presenti nel fabbricato elementi di rischio e vulnerabilità quali:

  • Inadeguatezza strutturale del solaio di copertura;
  • Disomogeneità delle strutture portanti in muratura;
  • Inadeguatezza della cerchiatura orizzontale.

Alla luce di quanto detto si sono individuati i seguenti interventi:

  • Consolidamento statico delle murature attraverso la realizzazione di intonaco armato;
  • Posa di tiranti: questo intervento consentirà il miglioramento statico della struttura. I tiranti saranno posizionati in modo da realizzare la cerchiatura della struttura; sotto l’imposta della struttura della copertura il cerchiaggio sarà invece garantito da un cordolo in cemento armato;
  • Rifacimento della copertura: La struttura esistente verrà rimossa e sostituita da una analoga in legno lamellare formata da tre capriate semplici, travi e arcarecci. Gli stessi lavori interesseranno anche i locali sul lato della struttura. 

 

attuazionefase di ATTUAZIONE

Affidamento
  Procedura d'appalto:
  Data di pubblicazione del bando:      Scadenza:
  Importo lavori a base d'asta:      Importo lavori: 

 

Esecuzione
  Direttore lavori:
  Coordinamento sicurezza:
  Impresa esecutrice:
  Data inizio lavori:   Data fine lavori: