logo usrc

programmazionefase di PROGRAMMAZIONE

  Fonte finanziaria: Delibera C.I.P.E. 135/2012
  Descrizione oggetto di intervento:
Il dissesto in questione, per cui è stata redatta un’apposita scheda di sopralluogo dalla Struttura Gestione Emergenza in data 15/01/2011, ha interessato un tratto di scarpata di valle di Via Madonna delle Grotte, principale via d’accesso al paese.
  Epoca di costruzione:

stradale

  Descrizione dello stato di danno:
Il dissesto causato dal sisma del 6 Aprile 2009, che si è manifestato con uno “sfornellamento” del piano stradale e della banchina, si è verificato in un tratto di strada a ridosso dei residui di un fabbricato in muratura di pietrame demolito a seguito dello stesso evento sismico perché pericolante (fg. 7 part. 732).
La cavità che si è generata interessa un tratto di strada di lunghezza 3 metri e larghezza 1,5 metri, situazione che ha reso necessario il transennamento dell’area all’intorno al fine di tutelare la pubblica incolumità.
Il muro di pietrame residuato della demolizione del fabbricato adiacente la pubblica via, che fungeva anche da struttura di contenimento della scarpata stradale, presenta alla base due arcate aventi la duplice funzione di drenaggio e sostegno dei terreni di monte.
L’altezza della scarpata stradale, intesa come dislivello tra il piano viabile e il piccolo pianoro sottostante sul quale era fondato il fabbricato demolito, è di circa 5 metri.

  Esito di agibilità: -

  Importo finanziato: € 175.000,00

  C.U.P. H51B14000060001

 

progettazionefase di PROGETTAZIONE

  Tipologia di intervento:
Messa in sicurezza della sede stradale.

  R.U.P:
Ing. Eliseo Amorosi
  Progettista:
Ing. Eliseo Amorosi

stradale tav1
stradale tav2clicca per ingrandire

  Descrizione scelte progettuali:
In seguito ai danni rilevati emerge la necessità di prevedere interventi di risanamento che consentano di stabilizzare la scarpata consentendo da una parte l’arresto del fenomeno di progressivo aggravamento del dissesto in atto, dall’altro il ripristino del transito sulla via in oggetto.
Il presente intervento prevede la realizzazione di un diaframma di micropali, avente la funzione di assorbire le spinte del terreno costituenti il corpo della strada, esteso a tutto il tratto risultante dalle indagini potenzialmente instabile (circa 20 metri).
Prima dell’esecuzione del diaframma di microplali, al fine di ridurre gli effetti della perforazione sulle murature esistenti a valle della strada, si provvederà al consolidamento ed al puntellamento delle strutture stesse.
A completamento dell’intervento verrà realizzato un cordolo in cemento armato a collegamento dei micropali, sormontato da una ringhiera di protezione di ferro.
I parametri geologici e geotecnici utilizzati per la progettazione sono quelli risultanti da apposite indagini.

 

attuazionefase di ATTUAZIONE

Affidamento
  Procedura d'appalto:
  Data di pubblicazione del bando:      Scadenza:
  Importo lavori a base d'asta:      Importo lavori: 

 

Esecuzione
  Direttore lavori:
  Coordinamento sicurezza:
  Impresa esecutrice:
  Data inizio lavori:   Data fine lavori: