logo usrc

programmazionefase di PROGRAMMAZIONE

  Fonte finanziaria: Delibera C.I.P.E. 135/2012
  Descrizione oggetto di intervento:
Il progetto riguarda i lavori di messa in sicurezza della scarpata naturale posta a monte della frazione di Succiano nel Comune di Acciano (AQ), dalla quale si sono verificati ripetuti fenomeni di caduta massi che hanno generato condizioni di pericolo per l’integrità degli edifici sottostanti e per l’incolumità degli abitanti degli stessi.
Fenomeno acutizzato dall’evento sismico del 06/04/2014 e denunciato dai residenti del posto che riportano episodi ripetuti di distacco massi dal versante a monte.
Mentre la parte bassa dell’abitato di Succiano si estende in aree a debole pendenza, gli edifici e le strade della parte più alta si trovano proprio al piede di un versante caratterizzato da un’accentuata acclività.
Il versante è costituito da rocce calcaree che, a causa della presenza di una importante faglia dietta, risultano intensamente fratturate ed allentate, creando fenomeni di instabilità e distacco di blocchi di dimensioni variabili che rotolano a valle sulle aree abitate.
  Epoca di costruzione:
-

 strade

  Descrizione dello stato di danno:
Le precarie condizioni di stabilità del versante roccioso dipendono da una combinazione di fenomeni naturali (l’effetto del gelo e disgelo, lo scalzamento al piede dei massi, l’azione degli apparati radicali delle piante) i quali, agendo sul materiale roccioso fortemente fratturato affiorante, determinano il distacco di singoli blocchi di dimensioni diverse. Il fenomeno ha subito una sostanziale accentuazione a causa del noto sisma, quando l’effetto dello scuotimento ripetuto ha determinato il distacco di tutti quei blocchi che già si trovavano in condizioni di equilibrio precario con un’accelerazione dell’evoluzione morfologica del versante.
L’effetto del sisma non si è inoltre esaurito con la caduta dei massi meno stabili, ma ha comportato anche un effetto retrogressivo, con disconnessione degli strati di roccia più superficiali e generazione di una nuova fascia di materiale potenzialmente instabile.
Inoltre, proprio a ridosso degli edifici posti alla base del versante si trova un fronte di roccia subverticale di altezza variabile fino ad un massimo di circa 7 m, dal quale si staccano periodicamente blocchi e lastre di roccia di dimensioni variabili che precipitano direttamente sulle abitazioni e sulle aree di pertinenza delle stesse.

  Esito di agibilità: -

  Importo finanziato: € 100.000,00

  C.U.P. F73J14000030001

 

progettazionefase di PROGETTAZIONE

  Tipologia di intervento:
Ripristino e messa in sicurezza di mura e strade.

  R.U.P:
Arch. Marco Moca
  Progettista:
Ing. Andrea Di Biase

strade tav1
strade tav2clicca per ingrandire

  Descrizione scelte progettuali:

L’intervento, finalizzato a ridurre i rischi connessi con il fenomeno di caduta massi ed a stabilizzare il ciglio di valle della strada, prevede l’esecuzione dei lavori descritti di seguito:
  • Ispezione e la bonifica di tutto il versante: il taglio della vegetazione arbustiva presente, l’ispezione del pendio con l’individuazione delle situazioni di maggior pericolo e, successivamente, il disgaggio e la rimozione di tutti i massi in condizioni di equilibrio instabile rilevati durante la fase di ispezione. La bonifica mediante disgaggi controllati sarà eseguita anche su uno sperone di roccia posto a ridosso della vecchia “Piccionaia” e che incombe sulla parte sud dell’abitato.
  • Messa in sicurezza del fronte subverticale immediatamente a ridosso degli edifici, eseguita con l’applicazione di una protezione corticale del tipo "rete armata".
  • Protezione della strada comunale: L’intervento prevede la protezione del ciglio di valle per tutto il tratto di strada in cui le condizioni morfologiche e stratigrafiche del versante possono dare origine a fenomeni di franamento degli strati di terreno più superficiali. E’ prevista la realizzazione di un diaframma di micropali con sovrastante cordolo in calcestruzzo armato avente funzione di collegamento e contenimento del ciglio stradale.  L’intervento ha lo scopo di garantire la stabilità del ciglio di valle della strada e consentire la fruizione della stessa senza pericoli per i mezzi che vi transitano. Lungo il ciglio di monte, invece, sarà invece realizzato un muro in c.a., sul quale sarà posta in opera una barriera paramassi rigida costituita da sostegni in profilati di acciaio, rete metallica e funi.
  • Rinforzo corticale con un pannello di rete di funi a copertura di un ammasso di blocchi di roccia disarticolati posti proprio a ridosso della strada.
  • Smontaggio e rimontaggio di muro in pietra attualmente semidiroccato a causa del sisma le cui pietre rotolano lungo la strada nonché lungo la scarpata di valle.

 

attuazionefase di ATTUAZIONE

Affidamento
  Procedura d'appalto:
  Data di pubblicazione del bando:      Scadenza:
  Importo lavori a base d'asta:      Importo lavori: 

 

Esecuzione
  Direttore lavori:
  Coordinamento sicurezza:
  Impresa esecutrice:
  Data inizio lavori:   Data fine lavori: