logo usrc

programmazionefase di PROGRAMMAZIONE

  Fonte finanziaria: Delibera C.I.P.E. 135/2012
  Descrizione oggetto di intervento:

Edificio 1
Il fabbricato è costituito da due unità immobiliari di cui una di proprietà del Comune di Montebello di Bertona, l'altra di proprietà privata.
L'edificio è ubicato in Zona “B” Residenziale di completamento del vigente P.R.G. comunale, è definito dall’aggregato 2300109.
Entrambe le unità immobiliari sono adibite a civile abitazione, sia alla data odierna che alla data dell’evento sismico del 06.04.2009;
La proprietà pubblica è pari al 50% di quella privata e pertanto ai sensi del comma 3 dell'art. 5 del D.P.C.M. 04.02.2013 l'intervento è affidato al soggetto pubblico.
DESCRIZIONE DELLA STRUTTURA
Il fabbricato è costituito da un piano seminterrato ed un piano rialzato con ingresso e scala comune tra le due unità immobiliari al piano terra.
La muratura portante dell'intero fabbricato è costituita da mattoni pieni di laterizio legati con malta cementizia di buona consistenza.
I solai di calpestio del piano rialzato e di copertura sono realizzati con laterizio armato tipo "sap".
Il manto di copertura è in tegole di laterizio del tipo "marsigliese".
Gli impianti presenti nel fabbricato sono costituiti da:

  • impianto elettrico;
  • impianto idrico-sanitario con scarico delle acque reflue in pubblica fognatura;
  • impianto di riscaldamento con caldaia murale a gas e corpi scaldanti in ghisa collegati ad un collettore complanare.

Edificio 2
Il fabbricato è costituito da tre unità immobiliari di cui una di proprietà del Comune di Montebello di Bertona, le altre due di proprietà privata.
L'edificio è ubicato in Zona Agricola del vigente P.R.G. comunale, è definito dall’aggregato 2300875.
Tutte le unità immobiliari sono adibite a civile abitazione, sia alla data odierna che alla data dell’evento sismico del 06.04.2009,
La proprietà pubblica è minore del 50% rispetto a quella privata e pertanto ai sensi del comma 3 dell'art. 5 del D.P.C.M. 04.02.2013 "la quota di contributo relativa alle parti comuni dell'intero edificio è a carico dei fondi previsti per la ricostruzione privata".
DESCRIZIONE DELLA STRUTTURA
Il fabbricato è costituito da un piano seminterrato, che occupa solo una porzione dell'area di sedime dell'immobile ed un piano terra.
La muratura portante dell'intero immobile è costituita da mattoni pieni di laterizio legati con malta cementizia di buona consistenza.
Il solaio di calpestio del piano terra, quello di plafone e di copertura sono realizzati con travetti in laterizio del tipo "s.a.p." e soletta collaborante in cls.
Gli impianti presenti nel fabbricato sono costituiti da:

  • impianto elettrico;
  • impianto idrico-sanitario con scarico delle acque reflue in pubblica fognatura;
  • impianto di riscaldamento con caldaia murale a gas e corpi scaldanti in ghisa collegati ad un collettore complanare.

  Epoca di costruzione:
Come da Scheda Aedes l’epoca di costruzione dei due edifici risulta compresa tra il 1946 e il 1961

 erp

  Descrizione dello stato di danno:
Edificio 1
Le lesioni dichiarate hanno una larghezza che dal lato interno ed esterno della muratura misurano da 1 mm. fino a 5 mm. circa.
Si fa presente che sulla scheda AeDES risulta segnalato "un cedimento di fondazione dell'angolo destro" in corrispondenza della proprietà comunale.
I danni riscontrati possono comunque riassumersi come segue:
a) all’interno della struttura

  • lesioni oblique in alcuni punti della muratura portante, sia al piano terra che al piano primo;
  • lesioni verticali in diversi punti della muratura portante sia al piano terra che al piano primo;
  • lesioni orizzontali su vari punti del soffitto;
  • lesioni orizzontali all'intersezione tra i tramezzi e i soffitti e in vari punti della muratura portante;
  • lesioni a pavimento sulla scala e sul pianerottolo dell'ingresso condominiale;
  • lesioni in diversi punti del pavimento al piano primo;
  • microlesioni diffuse in vari punti della muratura portante al piano seminterrato;
  • distacco di intonaco sul soffitto del piano seminterrato;
  • presenza di infiltrazioni di acqua dovute a delle sconnessioni sul manto di copertura.

b) all’esterno della struttura

  • lesioni verticali, oblique e microlesioni diffuse in più punti della muratura portante;
  • lesioni orizzontali in corrispondenza di alcune aperture e su vari punti del cornicione;
  • lesione inclinata sul prospetto D e C in corrispondenza dell'angolo destro del fabbricato come segnalato sulla scheda AeDES.

Edificio 2
DANNI ALLE PARTI ESCLUSIVE
Le lesioni dichiarate hanno sulle tramezzature una larghezza di qualche mm. circa.
Si riscontrano lesioni orizzontali, verticali ed oblique in alcuni punti delle tramezzatura sia in alcune zone della parete e sia in corrispondenza degli incroci con solai o murature portanti.

  Esito di agibilità: C - A

  Importo finanziato: € 149.326,02

  C.U.P. -

 

progettazionefase di PROGETTAZIONE

  Tipologia di intervento:
Manutenzione straordinaria

  R.U.P:
Geom. Colangeli Enrico
  Progettista:
Ing. Gianfranco Colantoni

erp tav1
erp tav2clicca per ingrandire

  Descrizione scelte progettuali:

Edificio 1
Riparazione del danno sismico. I criteri di intervento si basano sui seguenti principi fondamentali:
  • riparare con intonaco armato le porzioni di pareti interessate da lesioni che, in qualche modo, trovano una corrispondenza tra esterno ed interno o che presentano una larghezza uguale o superiore a 5 mm. circa;
  • riparare con intonaco semplice le lesioni di modesta entità presenti in modo diffuso sulle pareti portanti, all’intradosso del solaio e sulle tramezzature;
  • consolidare alcuni tratti di fondazione al di sotto della muratura portante al fine di mi-gliorare il comportamento sismico della struttura;
  • migliorare la risposta degli orizzontamenti di piano mediante un consolidamento o una demolizione e ricostruzione di quelle porzioni di solaio che hanno perso le proprie caratteristiche di rigidezza.
  • demolire e ricostruire i tramezzi presenti sull'intera unità di proprietà comunale per la completa attuazione degli interventi sui solai;
  • demolire e ricostruire il massetto e il pavimento dell'ingresso condominiale e della scala condominiale.
  • sostituire il manto di copertura ed inserire una guaina impermeabile per evitare nuove infiltrazioni.

Edificio 2
Riparare le lesioni orizzontali e verticali presenti negli incroci delle murature portanti con i tramezzi.

 

attuazionefase di ATTUAZIONE

Affidamento
  Procedura d'appalto:
  Data di pubblicazione del bando:      Scadenza:
  Importo lavori a base d'asta:      Importo lavori:  € 111.301,11

Esecuzione
  Direttore lavori: Ing. G. Colantoni
  Coordinamento sicurezza: Ing. G. Colantoni
  Impresa esecutrice: Di Zio Giovanni
  Data inizio lavori: 06/11/2015  Data fine lavori: