logo usrc

20171004 sistriGli Uffici Speciali per la ricostruzione, USRA ed USRC, istituiti ai sensi del comma 2 dell’art. 67-ter del decreto legge n. 83/2012, convertito con modificazioni dalla L. 134/2012, nell’ambito delle competenze assegnate dal comma 440 dell’art. 1 della L. 190/2014 in materia di tracciamento delle macerie, hanno sottoscritto un protocollo di intesa con il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare per ottenere il supporto del sistema SISTRI ai fini del tracciamento delle rotte dei mezzi impiegati per il trasporto delle macerie.

In tal senso con Determinazione congiunta, n. 5 del 30/06/2017 degli Uffici Speciali, è stato disposto l’inizio della fase di adeguamento, durante la quale gli operatori economici incaricati al trasporto delle macerie sono tenuti ad iscriversi al sistema SISTRI (a meno che non siano già accreditati), ed a farsi installare gli specifici dispositivi di tracciamento sui mezzi di trasporto impiegati.

Per tale finalità, in data 21/07/2017, con Decreto Direttoriale della Direzione Generale per i Rifiuti e l’Inquinamento del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, è stata approvata la “Procedura per il tracciamento delle macerie del sisma del 6 aprile 2009” del SISTRI, in esecuzione allo specifico protocollo di intesa siglato.

All’esito dell’attività di adeguamento attivata dagli operatori economici alla data del 30/09/2017, termine della fase di adeguamento fissato in sede di determina congiunta, è stato riscontrato uno stadio di avanzamento delle attività ancora insufficiente.

Pertanto in data 02/10/2017, con Circolare congiunta degli Uffici Speciali, è stata disposta la proroga della fase di adeguamento al 31 dicembre 2017, precisando altresì che tale data costituisce termine perentorio per completare la fase di adeguamento e che a decorrere dal 1° gennaio 2018 verrà ripristinato il regime sanzionatorio per gli operatori inadempienti anche per il tracciamento delle rotte dei mezzi.

Si coglie l’occasione per invitare tutti gli operatori interessati ad attivarsi con congruo anticipo rispetto alla scadenza del 31 dicembre 2017, al fine di consentire lo svolgimento delle fasi conseguenti finalizzate alla fornitura dei dispositivi ed al montaggio degli stessi sui mezzi di trasporto, senza incorrere nelle sanzioni.

Tutta la documentazione inerente può essere ricercata presso le sezioni dedicate dei siti istituzionali degli Uffici Speciali ed eventuali problematiche possono essere segnalate presso le mail dedicate, individuate rispettivamente come: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sacrica la circolare